lunedì 29 marzo 2010

Voglia di mare

Scherzi della mente, forse per la stanchezza, forse per lo sfasamento da ora legale, forse perché c'è la luna piena: mentre faccio diverse cose al computer e in giro per casa, seguo su Repubblica.it i risultati in tempo reale delle elezioni regionali, i numeri delle percentuali vanno su e giù, su e giù (attualmente più giù che su...) e all'improvviso mi è venuta una sensazione di nausea, quasi un mal di mare, e ho provato un desiderio struggente di mare, sole, spiaggia, vacanze...

4 commenti:

monteamaro ha detto...

Buon segno la tua voglia di mare...
Di solito si vuol sfuggire l'attimo col buio nel cuore, il giorno che proprio non vuoi affrontare, le situazioni di sofferenza... Vogliamo fuggirle perchè evidentemente ne siamo coscienti, consapevoli cioè di quanto viviamo o cosa presto vivremo.
Statistiche, numeri, percentuali, calcolo delle probabilità che vanno come forse non vorremmo, debilitano la resistenza al peggio, e come nelle situazioni da evitare, sogniamo altre terre. Luoghi diversi e lontani, consapevoli purtroppo, di una realtà che non ci piace, ma che ci tocca...
E allora w il mare e pure la montagna, l'estate si avvicina, forza, "L'important c'est l'amour!"

Nikka ha detto...

eh si ... un po' di vacanza da questi politici ci vorrebbe ;-)

marina ha detto...

la nausea per me ormai è stabile...
marina

lucida follia ha detto...

...ma possibile che oltre a star male e a sognare di fuggire non si possa proprio fare nulla.....?
@Nikka: benvenuta!